Portobeseno a Glocal 2.0 Ascoli Piceno

1/2/3 giugno 2008
Grottammare, Comunanza, Ascoli Piceno, Castel Trosino

Glocal 2.0
Comunità locali nell’era globale delle reti
a cura di Performing Media Lab – Comunanze.net

La seconda edizione di Glocal si articola attraverso seminari sulla creatività sociale, allestimenti d’interaction design e una serie di azioni di performing media, a conclusione della manifestazione “Saggi Paesaggi” che nell’arco di due mesi ha reso il territorio piceno palcoscenico diffuso di mostre, spettacoli e concerti.
Glocal intende mettere in rete tra loro diverse realtà che nel Piceno operano sia nell’ambito dell’iniziativa culturale, sia in quello delle politiche sociali, per favorire la realizzazione, attraverso le pratiche collaborative di internet, di un ecosistema di iniziativa pubblica.

 

L’obiettivo è quello di sperimentare nuove forme di creatività sociale tese ad armonizzare le tradizioni del territorio con l’innovazione dei nuovi media interattivi e partecipativi, rivolgendosi con particolare attenzione alle nuove generazioni.

Glocal 2.0, oltre ai momenti teorici e a quelli spettacolari (come i trekking teatrali radioguidati), presenta un progetto di comunicazione multimediale attraverso cui restituire le esperienze realizzate nel maggio 2008  a Montelparo, Monteleone e Servigliano (in particolare le Passeggiate Sonore) che hanno visto importanti momenti aggregativi nella manifestazione Paesaggi Umani.
Punto cardine di Glocal è quello di creare opportunità di confronto, sotto il segno dell’Innovazione Territoriale, tra chi opera per il Bene Comune, tra Istituzioni, comunità glocal e imprese creative.

PROGRAMMA COMPLETO

Ad Ascoli Piceno, il 3 giugno, Sara Maino e Davide Ondertoller parleranno di Portobeseno, viaggio tra fonti storiche e sorgenti web in Trentino.

verrà presentata l’installazione audio/video di Sara Maino
LASCIARE TRACCE/LEAVING TRACKS

 

un evento parallelo di Manifesta 7
Biennale Europea di Arte Contemporanea

0 commenti su “Portobeseno a Glocal 2.0 Ascoli Piceno”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *